Blog: http://statidiagitazione.ilcannocchiale.it

Mio fratello è figlio unico

Così riprendo questo blog, in un giorno importante.
Lo riprendo mentre riprendo uno dei miei pochi cd originali.
Ecco cosa ti regalerei per oggi.
Ti regalerei della musica. 50 minuti in cui ti ascolti.
Ti regalerei della buona musica, che torni a sottolineare, il valore di una cazza di nostra esistenza su questa terra…
Vivo, se sono vivo…è una costruzione dell’informazione?
Ti regalerei della musica… per perdonare le mie mancanze….
Credi che così vincerò l'America,i miei giorni non bastano mai,già questo sembra l'ultimo,accordo il sole mi,ma la luna cambia tonalità,parlo di magia i frammenti di nobiltà...vedi,non vedi...come va...?
Vedi… ti dovrei incontrare per scambiarti un cd pensato di notte, mentre sbronzo ti chiedi perché scrivi sempre per una stramaledetta persona e non caghi più quello che invece continui, silenziosamente, ad avere…
Ti regalerei della musica…che evada il suo tono metallico standard per colpirti nell’intimo di ciò che basta che venga stimolato per riprendersi…e non servono pugni, ma bastano carezze…e non servono parole, ma bastano silenzi…e non servo io, ma basti tu
..esiste una sconfitta, pari al venire corroso, che non ho scelto io, ma è dell’epoca in cui vivo…
Ti regalerei della musica perché noi due non ci siamo mai detti un cazzo sugli innamoramenti….li abbiamo aggirati per superarli verso l’amore e l’assoluto… io forse so il nome di una sola delle tue donne e tu lo stesso di me… di tutta quella fottuta forma non abbiamo mai neppure sfiorato l’estensione...
e che grandi nomi, quei due…
Lasciando alla mia infanzia ogni ingenuità sensibile, l'amore è uno stregone, un fuoco isterico magnifico: carezza di una mano che semplifica. Cosa sarà di noi?

Ti regalerei della musica, di quella che di notte interpretavamo per progetti mai interrotti dentro di noi… per dirti che la distanza che ci separa cambia spazio in base alla qualità del tempo che ci dedichiamo…per chiederti scusa
…mi spiace se ho peccato, mi spiace se ho sbagliato. Se non ci sono stato, se non sono tornato. Ma ancora proteggi la grazia del mio cuore, adesso e per quando tornerà il tempo... Il tempo per partire, il tempo di restare, il tempo di lasciare, il tempo di abbracciare.
Ti regalerei della musica per la combinazione giusta di un tempo estivo falso in uno spazio reale e di interazione sociale costante. Ti vorrei qui a novembre o a febbraio, quando si ndi iru tutti, cu si ndi iu pa pocu e cu si ndi iu pa sempri… Ti vorrei d’estate da un’altra parte... perchè la odio l’estate…
Ti regalerei della musica perché ho ancora un sogno… Ma cos’è che stai cercando, dimmi dove stiamo andando…L’hai capito che il tuo posto era qui? Qui dove tutto è inutile, si può stare dalla parte del giusto….Senza sapere di essere lì!
Ti regalerei della musica perché è ciò che tiene insieme il mio corpo alla mia anima. Perché amalgama i miei sentimenti alle mie disfunzioni. Perché sento in ogni canzone quello che kazzo voglio sentire io e se voglio considerare Bruno Lauzi, il migliore del mondo, posso farlo in quel fottuto momento… e scoprirai, che nulla e' cambiato, che sono restato l'illuso di sempre..E riderai, quel giorno riderai...
Ma soprattutto, ti regalerei della musica perché riesce dove nessuna medicina e nessun uomo riesce…. Ti regalerei della musica perché si possa prendere cura di te, ti possa proteggere quando non c’è un cazzo intorno, ti possa amare e tu possa percepire che davvero, in quel momento, l’atmosfera di armonia che respiri intorno ha solo bisogno di silenzio e di buio…
( http://www.youtube.com/watch?v=ldPf3yqq3-8 )
Ti regalerei della musica per la tua arte di non morire.
Ti regalerei della musica per la sua traduzione in arte del vivere.
Ti regalerei della musica perché…
Buon compleanno Nut.
Ti amo.

Pubblicato il 29/6/2009 alle 11.53 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web