Blog: http://statidiagitazione.ilcannocchiale.it

che imbroglio era...

La cuffia.
Accendo il trasmettitore, tocco PGM, imposto la curva su 1, che forse non è un numero a caso, dimentico di registrare.

Indice e medio sinistro tirano su i bottoncini bianchi.

Il mignolo abbassa leggermente quello rosso.

On air.

Pomeriggio dolce assolato terso.

Puoi arrivare ovunque.

In qualsiasi punto del mondo.

Rendere sinonimi le parole musica e filosofia.

Così un benvenuto a londra ed uno alla polonia, uno agli emirati arabi ed uno alla fine della salita.

Sono due piccole ore nel quale la bellezza non è sapere che stiano ascoltando le mie puttanate in un altro continente, ma non sapere se ti stiano ascoltando al piano di sotto…

Rimanere nella sospensione di quel dubbio che svelato ti renderà felice, ma che custodito sarà ancora più dolce….sarà uno squillo prima di dormire, un giorno in piazza, una richiesta d’amicizia, uno sguardo che ammicca o che tu intendi così…

E poi due euro in tasca, le mani che si sfiorano tra loro, due gioie lontane, i raggiri alla forma….
ma giuro,

tanti sorrisi veri e confusi come quelli dei bambini che pasticciano un foglio e poi chiedono ai grandi di cosa diavolo si tratti…

Ridò valore ad ogni momento che ti riascolto o ti rivedo

…ricordo ogni movimento e ogni parola che avevo dimenticato di dover celebrare

Sempre

Sempre

Sempre

 

 

“Chi volesse dubitare di tutto, non arriverebbe neanche a dubitare. Lo stesso giuoco del dubitare presuppone già la certezza.” Non è musica?
http://www.youtube.com/watch?v=8i0AOvJMpTk (non è filosofia?)


Pubblicato il 21/3/2009 alle 2.1 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web