Blog: http://statidiagitazione.ilcannocchiale.it

torno ateo, arrivederci

Non ho la più pallida idea dell’origine di questo piccolo legnetto che faccio giocare tra le mie mani. Lei accarezza le gambe ai suoi demoni, e come neve scioglie e confonde i silenzi di un inverno che non può nascondersi.

Mi aiutano loro, che mi fanno risparmiare i miei pochi soldi e mi ubriacano con illusione temporanea. Mi vogliono far vedere altro loro. Di certo, non i suoi occhi, dove intanto, i miei sogni esplodono.

Mi sento spaesato, disperso e morente.

Vorrei frantumare ogni distanza, ogni resistenza, ogni ostilità ma non riesco nemmeno ad avere il tempo di iniziare. È finita. Niente progetti, niente ipotesi. Andata, stop, finito. Dimenticarci senza una ragione. Baciarti con la disinvoltura di sempre e intanto bagnarsi le labbra di lacrime consapevoli dell’impaccio del mai.

Come cerchi nell’acqua che non sanno nuotare.

L’affiorare di un istante che preferisci reprimere per capire l’essenza del tempo.

Le tue mani, il tuo corpo, le tue labbra… i tuoi sogni, i colori, gli occhi al cielo.

I gesti, la meraviglia di osservarti, la fretta nell’andare, i giochi a parti invertite.

Il sud, i viaggi, i silenzi, le stelle, gli abbracci, i baci bagnati da dolcezza, noi.

Le foto, i desideri, i bisogni di tornare, costruire, le tarantelle, la musica, il sonno.

I tramonti, i guasti, gli abbracci, la notte, la pioggia, i fiori, l’acqua, il mare, il vino.

Il cielo immenso e niente più sarebbe vero…i massive, i 13, le spiagge lontane e un altro bacio ancora.

Le mani, le albe, le luci lontante che brillano ancora per te, i nervi, le panchine, l’amore.

Non blatero.
Non biasimo.
Non tentenno.
Non piango.
Non odio.
Non disprezzo.

Da stasera però, mi sa che non sogno neanche.

Vai, tanto non è l’amore che va via….

Vai, la fretta di sfogare ricordi fortificherà un domani di nuovi propositi.

Vai, in fondo bisogna scegliere tra la noia e il dolore. T

Vai, ma sorridimi ancora, per favore.

Vai,  anche questa è una giornata senza pretese.

Vai...

Pubblicato il 7/2/2009 alle 2.41 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web